Pagine

sabato 17 giugno 2017

Gli Orridi di Uriezzo



Orridi…… che termine poco appropriato per definire queste autentiche meraviglie della natura!
Si trovano in Ossola, precisamente in Valle Antigorio. Anticamente la Valle era occupata da un grande ghiacciaio e qui l’azione erosiva  e di modellazione del ghiacciaio e dei torrenti  ha lasciato dei segni grandiosi  che solo in pochi altri luoghi alpini  si possono vedere.
Gli Orridi sono tre, ma il più spettacolare è l’ Orrido Sud, lungo circa 200 mt e profondo dai 20 ai 30 metri, e questo ho visitato.
Si parte dal paese di Premia e si segue l’indicazione per Uriezzo.  Superata la parete di Balmafredda, una grande palestra di arrampicata sportiva, si raggiunge il piccolo Oratorio di Santa Lucia e, lasciata la macchina, si inizia la visita.


L’Orrido è costituito da una serie di grandi cavità, separate da stretti cunicoli e le pareti  in alcuni punti si avvicinano talmente da non permettere la vista del cielo.


La penombra che  avvolge una volta entrati e rischiarata appena di una sottile lama di luce che penetra dall’alto, dove le pareti quasi si toccano.






Piccole scale aiutano a superare i vari dislivelli.


 
La poca vegetazione, presente soprattutto nelle cavità più illuminate, si aggrappa tenacemente alle pareti rocciose e alle spaccature del terreno.





La caratteristica degli Orridi è che i torrenti che originariamente li percorrevano si sono ritirati e pertanto è possibile visitarli a piedi; che emozione, sto proprio camminando dove un tempo scorrevano impetuosi i torrenti.

 Uscita dall’ Orrido Sud, proseguo fino al Ponte di Maiesso  per ammirare le Marmitte dei Giganti, enormi cavità scavate nella roccia dalla violenza delle acque.





Che bello, queste rocce  somigliano proprio ad enormi animali!


E'  proprio una magnifica escursione,  adatta a grandi e piccini ed in ogni stagione regala sempre nuove emozioni!